Mese: novembre 2016

La mia prima gravidanza

I miei primi nove mesi da “mamma” li porto, e li porterò, sempre nel cuore. Ogni giorno era una scoperta, un’emozione, aspettavo con ansia il controllo dalla ginecologa. Vedere il mio corpo che cambiava di settimana in settimana e sentire che qualcosa di stupendo cresceva dentro me, mi faceva stare bene. (altro…)

Attività e giochi per bambini dai 18 mesi ai 2 anni

Fammi giocare solo per gioco

Senza nient’altro, solo per poco

Senza capire, senza imparare

Senza bisogno di socializzare

Solo un bambino con altri bambini

Senza gli adulti sempre vicini

Senza progetto, senza giudizio

Con una fine ma senza l’inizio

Con una coda ma senza la testa

Solo per finta, solo per festa

Solo per fiamma che brucia per fuoco

Fammi giocare per gioco

Questa filastrocca di Bruno Tognolini mi è sempre piaciuta molto. A volte noi “grandi” pretendiamo che anche il momento del gioco sia occasione per dare regole e insegnare, mentre noto anche io che a volte i bimbi hanno bisogno semplicemente di giocare, di creare il loro angolino di autonomia e fantasia.

Permettiamo a nostro figlio di avere fiducia in se stesso: non sottovalutiamo le sue effettive capacità, consideriamolo capace di fare ciò che gli interessa, dandogli sempre la possibilità di provare da solo.

Ormai, a questa età, è in grado di organizzare le proprie attività di gioco dando libero sfogo alla fantasia, si evolve e impara molto rapidamente: per interessarlo e stimolare il suo sviluppo, possiamo scegliere dei giocattoli semplici e versatili, durano di più e stimolano la creatività.

I suoi giochi preferiti (le new entry):

 

giochi-bambini-bambola

I giochi che continuano ad interessarle:

Dal compimento dell’anno, più o meno, si è appassionata ai travasi che adesso sono rigorosamente con l’acqua. Anche le bambole sono rimaste tra i giochi preferiti, imitando sempre di più quello che io faccio con lei, quindi cambio pannolino, vestire e svestire. Ed infine i colori, affinando sempre più le “tecniche”, adesso facciamo il cerchio.

giochi-bambini-stickers

I suoi “mai senza“:

Sono, senza ombra di dubbio, i libri e la musica! I primi passando dai tattili, alle finestrelle, agli stickers (che però non sempre vanno sui libri 😛 ) come questo 400 stickers. Peppa Pig. Con adesivi o questo Il mare. Impara tante parole e gioca con gli stickers!. Con adesivi. E la musica che siamo passate dall’ascolto al cantarle… uno spasso!!

Continuo a pensare che il gioco è una cosa importantissima per loro, mi rendo anche conto (da mamma) che più crescono e diventano autonomi più tendono a fare pasticci… ma, come sempre, per il loro bene noi chiudiamo un’occhio 😉 …a volte anche due!

Succo di melograno: benefici e preparazione

Sempre approfittando della generosità di madre natura e raccogliendo ciò che ci offre, oggi voglio parlarvi del succo di melograno e dei suoi benefici. Inizialmente non amavo molto questo frutto, perchè non sapevo come mangiarlo e mi annoiavo a pulirlo di tutti gli arilli.

Poi ho scoperto, grazie a mia zia, il succo e devo dire che non è affatto complicato prepararlo ed è davvero buono! Successivamente, informandomi un pò, ho scoperto molteplici proprietà che sono contenuti in questi chicchi rosso fuoco…e quindi ho promosso il “non classificato” melograno a pieni voti.

L’unica precauzione da prendere è di fare attenzione durante la preparazione, perché il suo succo rosso crea macchie indelebili, che non vengono via in nessun modo, tagliere e abiti inclusi.

benefici-succo-di-melograno

Preparazione

  • Scegliete un melograno maturo, dal colore rosso intenso.
  • Rimuovete con il coltello la corona e dopo, incidete la buccia da una parte all’altra fino alla zona bianca, facendo attenzione a non tagliare anche gli arilli che servono per creare il succo.
  • Aprite il melograno partendo dai tagli che avete fatto per dividerlo in due parti e spremete con lo spremi agrumi (come un limone o un’arancia).

12 benefici

  1. è ricco di acido ellagico e flavonoidi. Queste due sostanze antiossidanti lo rendono un frutto ottimo per contrastare le cellule cancerogene;
  2. azione anti-età, ha delle forti proprietà antiossidanti, aiuta a contrastare i radicali liberi;
  3. protegge i nostri reni dalle tossine nocive, prevenendo il loro danneggiamento;
  4. è perfetto per coloro che soffrono di diarrea. È un potente astringente;
  5. contrasta le infezioni ed i batteri che le causano;
  6. protegge il fegato e lo aiuta a rigenerarsi;
  7. assumere il succo di melagrana per lunghi periodi e costantemente, diminuisce il rischio di aterosclerosi e altre malattie cardiovascolari;
  8. aiuta a tener lontana la depressione;
  9. aiuta ad abbassare la pressione sanguigna consumandolo regolarmente per un anno;
  10. aiuta a mantenere le ossa forti;
  11. contiene le vitamine A, B, C, E e K. Si rivela particolarmente benefico nei confronti del nostro sistema immunitario;
  12. Riduce il colesterolo cattivo (LDL) e aumenta quello buono (HDL)

succo-di-melograno

 

Questi sono solo alcuni dei giovamenti che possiamo trovare in questo piccolo frutto. Inoltre, con il succo di melograno si può preparare anche un ottimo liquore

…a presto per la ricetta 😉