Non so i vostri figli, ma la mia monella sporca tanti di quei vestiti che è una cosa indescrivibile, in due giorni ti trovi la cesta dei panni sporchi che già sta per esplodere.bambina-kiabi

Con la scuola, poi, la situazione è praticamente peggiorata tra le attività, la pappa, la cacca…sono ricambi continui! Inoltre tra lavaggi e giochi a terra, soprattutto i pantaloni si consumano facilmente.
Sul sito della Kiabi ho trovato delle soluzioni giuste per me e per il ritorno a scuola della piccola, ci sono disponibili capi economici, colorati, di cotone e anche tanti accessori.

Con meno di 10 € si possono acquistare:

  • Completi leggings e maglia
  • Golfini o pullover
  • Zaini per i più piccini
  • Astucci

Con meno di 20 € si possono acquistare:

  • Tute
  • Completi jeans e felpa
  • Giubbotti impermeabili

bimbo-kiabi

Per i più grandi c’è la possibilità di giocare con il double face, dalle gonne reversibili a 8€ alla camicia da bimbo, anch’essa reversibile a soli 10€, quindi acquistarli equivale ad avere, pagando un solo capo ben due vestiti. Io per la mia piccola scolara, di due anni, ho fatto scorta di leggings; trovo che il rapporto qualità/prezzo sia molto buono. Per la vestibilità, avendo già acquistato, sapevo che veste leggermente più piccolo quindi seguendo la guida alle taglie, se siete in dubbio tra due, scegliete la più grande.

Kiabi è un’azienda francese al passo con i tempi e dal loro sito, veramente di facile navigazione, è possibile godere di diversi servizi come: e-prenotazione, gift card, click and collect e la possibilità di fare un reso o un cambio entro 30gg. Oggi Kiabi è presente in 10 Paesi al mondo con 453 negozi, di cui 26 in Italia (2 aperture previste ad ottobre a Napoli e Verona), con un coloratissimo shop on line e una vasta community di fan sui social network.

bambina-con-jeans-e-golfino-rosso

Devo dire che un giro in negozio, oppure on line, vale la pena farlo… ci sono cose per uomo, donna e premaman davvero molto carine e (cosa che non fa mai male al giorno d’oggi), non gravano sul bilancio familiare.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *