Categoria: Ricette dolci

Succo di melograno: benefici e preparazione

Sempre approfittando della generosità di madre natura e raccogliendo ciò che ci offre, oggi voglio parlarvi del succo di melograno e dei suoi benefici. Inizialmente non amavo molto questo frutto, perchè non sapevo come mangiarlo e mi annoiavo a pulirlo di tutti gli arilli.

Poi ho scoperto, grazie a mia zia, il succo e devo dire che non è affatto complicato prepararlo ed è davvero buono! Successivamente, informandomi un pò, ho scoperto molteplici proprietà che sono contenuti in questi chicchi rosso fuoco…e quindi ho promosso il “non classificato” melograno a pieni voti.

L’unica precauzione da prendere è di fare attenzione durante la preparazione, perché il suo succo rosso crea macchie indelebili, che non vengono via in nessun modo, tagliere e abiti inclusi.

benefici-succo-di-melograno

Preparazione

  • Scegliete un melograno maturo, dal colore rosso intenso.
  • Rimuovete con il coltello la corona e dopo, incidete la buccia da una parte all’altra fino alla zona bianca, facendo attenzione a non tagliare anche gli arilli che servono per creare il succo.
  • Aprite il melograno partendo dai tagli che avete fatto per dividerlo in due parti e spremete con lo spremi agrumi (come un limone o un’arancia).

12 benefici

  1. è ricco di acido ellagico e flavonoidi. Queste due sostanze antiossidanti lo rendono un frutto ottimo per contrastare le cellule cancerogene;
  2. azione anti-età, ha delle forti proprietà antiossidanti, aiuta a contrastare i radicali liberi;
  3. protegge i nostri reni dalle tossine nocive, prevenendo il loro danneggiamento;
  4. è perfetto per coloro che soffrono di diarrea. È un potente astringente;
  5. contrasta le infezioni ed i batteri che le causano;
  6. protegge il fegato e lo aiuta a rigenerarsi;
  7. assumere il succo di melagrana per lunghi periodi e costantemente, diminuisce il rischio di aterosclerosi e altre malattie cardiovascolari;
  8. aiuta a tener lontana la depressione;
  9. aiuta ad abbassare la pressione sanguigna consumandolo regolarmente per un anno;
  10. aiuta a mantenere le ossa forti;
  11. contiene le vitamine A, B, C, E e K. Si rivela particolarmente benefico nei confronti del nostro sistema immunitario;
  12. Riduce il colesterolo cattivo (LDL) e aumenta quello buono (HDL)

succo-di-melograno

 

Questi sono solo alcuni dei giovamenti che possiamo trovare in questo piccolo frutto. Inoltre, con il succo di melograno si può preparare anche un ottimo liquore

…a presto per la ricetta 😉

Torta di mele con cioccolato, noci e grappa

Da buona discendente di contadini, mi piace “sfruttare” le materie prime che ci dona madre natura e in questo mese in giardino, oltre a della buona uva, si trovano anche ottime noci. (altro…)

Plumcake al limone: soffice e profumato

Basta davvero poco per preparare una dolce colazione oppure una golosa merenda. A me, personalmente, piacciono molto i plumcake. Ora che in giardino ci sono dei bei limoni perchè non approfittarne. Il plumcake al limone è un dolce soffice, semplice e con un sapore, ed un profumo, unico.

(altro…)

Salame di cioccolato: la ricetta

Sono sempre stata un’amante della praticità, ma da quando è nata la mia monella, ho imparato (per forza di cose) ad ottimizzare ancor di più quel po’ di tempo a disposizione. (altro…)

Tiramisù con pavesini

Dopo la caprese, l’altro mio cavallo di battaglia è sicuramente il tiramisù. Mia madre faceva quello classico con i savoiardi ma io, su consiglio di un’amica, ho provato a farlo con i pavesini e devo dire che mi è piaciuto di più.

Con l’arrivo dell’estate è un dolce che fa la sua figura, facile da preparare e che può salvare una cena improvvisa. Ecco la ricetta:

Ingredienti

  • 1 pacco di pavesini (all’interno ci sono 8 confezioni)
  • 200 gr. di zucchero a velo
  • 4 tuorli
  • 250 gr. di mascarpone
  • 250 gr. di panna da montare
  • 200 gr. di cioccolato fondente
  • caffè q.b.
  • rum q.b.
  • cacao q.b.

Procedimento

  1. Prima di tutto  preparo il caffè, (di solito uso una caffettiera per 6 persone e una per 2) e lo lascio raffreddare.
  2. Monto la panna e la conservo, nel frattempo, in frigorifero.
  3. Trito il cioccolato fondente.
  4. Dopo divido i tuorli dagli albumi e monto i primi con lo zucchero a velo.
  5. Unisco al composto ottenuto, la panna e il mascarpone e faccio ben amalgamare il tutto.
  6. Verso il caffè in un contenitore e aggiungo il rum.
  7. Prendo un ruoto di 32 cm, che può andare nel congelatore.
  8. Bagno i pavesini nel caffè col rum, giusto un secondo per lato, e ne metto uno strato a ricoprire la base del ruoto.
  9. Sopra metto uno strato di crema e cospargo con le scaglie di cioccolato.
  10. Procedo con il secondo strato: pavesini, crema, cioccolato.
  11. Ed un ultimo livello sempre con pavesini, crema e cioccolato.
  12. Infine spargo del cacao sulla superficie.
  13. Conservo nel freezer.

Questa versione con i pavesini al posto dei savoiardi, rende il tiramisù ancor più simile ad una torta gelato. Personalmente piace bagnarli poco nel caffè col rum, in modo da sentire la loro croccantezza.

Potete sostituire il rum con del marsala, o del liquore al caffè. Come potete scegliere una versione più “morbida” e conservarlo in frigo invece che nel freezer.

Tirate il tiramisù fuori dal congelatore un trenta/quaranta minuti prima di servirlo e vi assicuro che il successo è garantito.

La torta caprese: buona per ogni occasione

La torta caprese è, senza alcun dubbio, il mio dolce preferito sin da quando ero bambina; per tante ragioni continua ad esserlo e, col tempo, è diventata anche il mio “cavallo di battaglia“. Trovo che sia un dolce intercambiabile: può essere gustato a colazione e merenda nella sua semplicità, come può essere servito a fine pasto, accompagnato da una pallina di gelato alla vaniglia o panna montata. (altro…)

Torta con cioccolato delle uova di Pasqua

Ieri per l’onomastico del mio maritozzo, io e la mia monellina, abbiamo pensato di preparargli un dolce. Considerato che non abbiamo potuto comprargli nessun regalino, perché a causa della febbre siamo chiuse in casa da sabato, una torta la meritava proprio. (altro…)