Prima di raccontarvi la mia esperienza riguardante il corso preparto, lascio la parola ad “un’esperta”, la “mia” ostetrica, colei che mi ha accompagnato negli ultimi mesi di gravidanza e nei primi mesi da mamma e, che per me, è stata (ed è) di vitale importanza.

La ringrazio infinitamente per la sua testimonianza:

Chi è l’ostetrica

La professione ostetrica è un’ arte antica quasi quanto l’essere umano, è menzionata nella Genesi, molto spesso nei testi degli egizi, dei greci e dei romani, ha seguito cioè l’evoluzione della civiltà.
La levatrice non conduceva un percorso di studi specifico, non aveva una formazione “universitaria”, ma era l’unica che assisteva la donna durante il parto.
Negli anni l’evoluzione scientifica e la medicalizzazione dell’evento nascita hanno “allontanato” l’ostetrica dalla donna-coppia .
In realtà l’ostetrica è da sempre l’esperta della fisiologia, è colei che affianca nel percorso nascita e non solo la donna-coppia.
Oggi l’arte ostetrica è basata su conoscenze pratiche ma soprattutto su conoscenze scientifiche maturate in un percorso di studi universitario e necessita di un continuo aggiornamento post laurea.

Sostiene e agevola la coppia nel ruolo di futuri genitori, preservando la naturalità dell’evento nascita.
Da quanto detto si può ben concludere quindi che l’ostetrica, spesso figura professionale del tutto sconosciuta, deve soprattutto nel Centro-Sud Italia riappropriarsi del suo ruolo e può di diritto su più livelli sostenere, informare e seguire la donna –coppia .

Il corso preparto

corso-preparto

Fino a pochi decenni fa il parto era considerato un evento del tutto naturale, in particolar modo il parto spontaneo era quasi l’unica modalità di nascita e le conoscenze al riguardo erano tramandate nell’ambito familiare, di generazione in generazione, le donne amiche o parenti  con più esperienza collaboravano direttamente al travaglio e al parto, ad aiutare la madre  in allattamento e nei primi giorni di vita del piccolo.

Con gli anni, e con la perdita di tutta questa spontaneità, è nata l’esigenza  di “preparare” la coppia all’evento nascita con dei corsi di accompagnamento alla nascita, affinchè  la coppia “informata” possa riappropriarsi e vivere in piena coscienza e serenità  questo momento così importante.

Il corso preparto ha come obiettivo primario umanizzare e demedicalizzare  la gravidanza, il parto e l’allattamento  fornendo ai genitori delle informazioni qualificate e delle indicazioni di comportamento basate sulle evidenze scientifiche come sostegno alla genitorialità.

La coppia opportunamente informata raggiunge la propria coscienza ed autonomia e riesce quindi ad allontanare paure e dubbi e a vivere serenamente questo momento.

In un corso  pre-parto gli esperti (ostetrica, psicologo, nutrizionista, pediatra,  etc.) che incontrano la coppia focalizzano, in diversi incontri, l’attenzione su tutti i momenti connessi alla gravidanza  dalla fase iniziale alla nascita  ed infine al puerperio, durante il quale è necessario dare un grande sostegno alla coppia per l’allattamento, la “gestione” del neonato, la salute psicofisica  e la genitorialità.

E’ importante inoltre completare il corso con una parte pratica attraverso esercizi specifici di movimento del corpo, rilassamento, respirazione  e di preparazione del perineo, questi risultano utili indipendentemente  dalla modalità di espletamento del parto, per  il corpo in gravidanza e nel post parto.

Studi descrittivi hanno evidenziato che i consigli, l’informazione, l’assistenza concreta durante la gravidanza, il travaglio, il parto e il post parto fornita da persone empatiche e competenti riduce in misura  statisticamente significativa il numero di donne che riferiscono un’esperienza negativa dell’evento nascita, riduce inoltre la durata del travaglio e della percezione del dolore, dà una minore incidenza di depressione post parto, di morbilità materna e neonatale, di parti operativi ed interventi non necessari.

a cura di: Dott.ssa Flinio Angela Maria

2 comments on “Corso preparto: utile ed importante, la parola all’ostetrica”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *