Tag: indipendenza

Attività e giochi per bambini dai 18 mesi ai 2 anni

Fammi giocare solo per gioco

Senza nient’altro, solo per poco

Senza capire, senza imparare

Senza bisogno di socializzare

Solo un bambino con altri bambini

Senza gli adulti sempre vicini

Senza progetto, senza giudizio

Con una fine ma senza l’inizio

Con una coda ma senza la testa

Solo per finta, solo per festa

Solo per fiamma che brucia per fuoco

Fammi giocare per gioco

Questa filastrocca di Bruno Tognolini mi è sempre piaciuta molto. A volte noi “grandi” pretendiamo che anche il momento del gioco sia occasione per dare regole e insegnare, mentre noto anche io che a volte i bimbi hanno bisogno semplicemente di giocare, di creare il loro angolino di autonomia e fantasia.

Permettiamo a nostro figlio di avere fiducia in se stesso: non sottovalutiamo le sue effettive capacità, consideriamolo capace di fare ciò che gli interessa, dandogli sempre la possibilità di provare da solo.

Ormai, a questa età, è in grado di organizzare le proprie attività di gioco dando libero sfogo alla fantasia, si evolve e impara molto rapidamente: per interessarlo e stimolare il suo sviluppo, possiamo scegliere dei giocattoli semplici e versatili, durano di più e stimolano la creatività.

I suoi giochi preferiti (le new entry):

 

giochi-bambini-bambola

I giochi che continuano ad interessarle:

Dal compimento dell’anno, più o meno, si è appassionata ai travasi che adesso sono rigorosamente con l’acqua. Anche le bambole sono rimaste tra i giochi preferiti, imitando sempre di più quello che io faccio con lei, quindi cambio pannolino, vestire e svestire. Ed infine i colori, affinando sempre più le “tecniche”, adesso facciamo il cerchio.

giochi-bambini-stickers

I suoi “mai senza“:

Sono, senza ombra di dubbio, i libri e la musica! I primi passando dai tattili, alle finestrelle, agli stickers (che però non sempre vanno sui libri 😛 ) come questo 400 stickers. Peppa Pig. Con adesivi o questo Il mare. Impara tante parole e gioca con gli stickers!. Con adesivi. E la musica che siamo passate dall’ascolto al cantarle… uno spasso!!

Continuo a pensare che il gioco è una cosa importantissima per loro, mi rendo anche conto (da mamma) che più crescono e diventano autonomi più tendono a fare pasticci… ma, come sempre, per il loro bene noi chiudiamo un’occhio 😉 …a volte anche due!

La “fase dei no”: che disperazione!

Ebbene si… siamo in piena fase dei no, decisamente nel periodo dei “terribles two” (ci siamo un poco anticipate!), nello stato di pura ribellione. (altro…)

Da lavoratrice a casalinga

Da lavoratrice a casalinga, chi l’avrebbe mai detto. Ho iniziato a “lavorare” che avevo quattordici anni, portavo un bambino al mare, e da allora non ho mai smesso. Da baby-sitter ad animatrice per le feste, dal dare ripetizioni a fare volantinaggio; da impegata in ufficio di autonoleggio ad impiegata in un ufficio assicurativo, ad istruttrice di spinning. (altro…)

Avere un brutto carattere

Sin dai tempi della mia adolescenza mi sono sentita dire spesse volte, da amici e parenti, di avere un brutto carattere. C’è stato un periodo che ho iniziato quasi a crederlo anche io. (altro…)

Giochi per bambini da 6 a 12 mesi

Con il passare dei mesi, nello sviluppo del bambino intelligenza, emozioni, capacità fisiche e mentali si intrecciano sempre di più. I giochi e le attività gli permettono gradualmente di percepire il proprio corpo come unità distinta dalla sua mamma. (altro…)