Ieri per l’onomastico del mio maritozzo, io e la mia monellina, abbiamo pensato di preparargli un dolce. Considerato che non abbiamo potuto comprargli nessun regalino, perché a causa della febbre siamo chiuse in casa da sabato, una torta la meritava proprio.

Dopo Pasqua io, e immagino molte di voi, mi ritrovo con una quantità esagerata di cioccolata in casa e la voglia frenetica di farla scomparire…per poter iniziare la dieta (eheh!). Per chi ha i bambini, poi, solitamente si tratta di cioccolata a latte quindi un po’ più difficile da utilizzare. Allora quale modo migliore per consumarne un bel po’ se non quello di fare un dolce.

Di seguito, vi scrivo la ricetta che ho utilizzato ieri:

Ingredienti

  • 5 uova
  • 150gr. di zucchero
  • 200gr. di cioccolato al latte
  • 100gr. di burro
  • 100gr. di farina
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale

Procedimento

  1. Ho diviso i tuorli dagli albumi;
  2. Ho fuso il cioccolato con il burro in un tegamino a bagnomaria e ho lasciato intiepidire;
  3. Ho lavorato i tuorli con lo zucchero fino a quando non ho ottenuto una composto cremoso ed omogeneo;
  4. Ho aggiunto il cioccolato, la farina setacciata e il lievito;
  5. Ho montato a neve fermissima gli albumi con il pizzico di sale;
  6. Ho aggiunto molto delicatamente gli albumi al composto, mescolando dal basso verso l’alto;
  7. Ho imburrato e infarinato una teglia da 24 cm e versato il composto;
  8. Ho cotto in forno già caldo a 180° per mezzora

Una volta sfornata, ho lasciato intiepidire per poi toglierla dalla teglia e successivamente l’ho cosparsa, generosamente, di zucchero a velo.

Credo che il “segreto” di questa torta sta negli albumi, bisogna montarli fino a farli diventare una spuma morbidissima e, soprattutto, mescolarli al composto con una delicatezza estrema. Sono proprio gli albumi, infatti, a farla risultare soffice.

Dopo averla ricoperta di zucchero a velo, mi sono divertita a far “disegnare” (con il mio aiuto) una faccina alla mia monellina. Inutile dirvi quante volte ho dovuto ripetere il procedimento e, soprattutto, quanto zucchero ho dovuto raccogliere dal pavimento… ma vuoi mettere vederla così divertita?!

A noi è piaciuta molto, soprattutto a colazione… sono curiosa di sapere se piacerà anche a voi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *