Follow:
Io Mamma

Il perenne senso di colpa delle mamme

Donna in equilibrio sul sedere con le mani sul volto. Porta i capelli sciolti di colore castano ed un vestitino marrone

Dimmi che non sono la sola! Il perenne senso di colpa delle mamme credo sia un qualcosa che accomuna molte ed è inspiegabile.

Una premessa è doverosa, al giorno d’oggi: scrivo “mamme” perché io personalmente faccio parte di questa categoria ma tutto ciò che troverete scritto in questo blogpost può essere, tranquillamente, rivolto a tutti i genitori.

Il perenne senso di colpa delle mamme, ti è familiare?

A me capita spesso, da quando sono mamma, di imbattermi in quel leggero senso di colpa, in quel “come fai fai sbagli“. Vuoi qualche esempio? Ecco:

  • Se non lavori ti senti in colpa perché non insegni ai tuoi figli a seguire i loro sogni, la soddisfazione personale, l’indipendenza economica. Se lavori ti sembra di togliere loro troppo tempo, di perderti le prime volte.
  • Se ti dedichi qualche serata con marito o amica senza figli ti senti in colpa perché non dai loro la priorità, se non lo fai ti sembra di non dare la giusta importanza al rapporto di coppia o di amicizia.
  • Se sbotti ti senti in colpa perché non hai contato fino a 10, non li hai compresi fino in fondo. Se tieni tutto dentro non insegni loro che la rabbia è un sentimento, che tu sei umana, e imparerai a gestirlo.
  • Se stai continuamente a spiegare tutte le regole, tutti i tuoi no ti sembra di entrare in un vortice senza fine. Se esordisci con un “perché lo dico io” ti senti in colpa di essere tornata alla preistoria e non aver dato modo a tuo figlio di comprendere.
  • Se molli uno scapaccione gli insegni che bisogna obbedire per paura. Se non lo fai mai mai sei troppo amico.

Continuo?

  • Se allatti al seno per più tempo ti sembra di creare un rapporto morboso. Se gli dai il biberon ti senti in colpa perché non gli stai dando il meglio del meglio.
  • Se gli fai vedere la tv/usare tablet ti senti in colpa perché magari li usi come babysitter. Se non lo fai ti sembra di far vivere loro fuori dal mondo, non fargli conoscere dispositivi che sono all’ordine del giorno.
  • Se gli fai fare qualche attività extrascolastica ti senti in colpa perché, magari, lo stressi troppo e non lo lascia annoiarsi. Se non lo fai ti sembra di non coltivare le sue passioni e non dargli modo di socializzare.
  • Se ti dedichi del tempo, come sopra, ti senti in colpa perché ne togli ai tuoi figli. Se non lo fai ti sembra di annullarti e neanche lo trovi giusto.
  • Fai un solo figlio ti sembra di essere egoista, ne fai più di uno e ti senti in colpa per cosa può riservare loro il futuro.

Non basterebbe un solo post

Questa lista può essere aggiornata all’infinito, immagino. Un pò perché varia a seconda dell’età dei figli, un pò perché varia da persona a persona.

Il perenne senso di colpa delle mamme è un qualcosa che le accompagna sempre. Da quando hanno figli neonati a quando diventano adulti. L’esempio classico è il genitore che se telefona tutti i giorni è invadente, se non telefona è poco affettivo.

Atleta donna in equilibrio sulle due mani e con i piedi incrociati e sollevati sul lato destro. Porta una coda di cavallo, top e pantaloni neri. Poggia su di un tappetino da palestra grigio che è su di un pavimento parquet beige.

È tutto un equilibrio sopra la follia

Citando Vasco Rossi è tutta questione di equilibrio e non c’è una ricetta universale. Quello che può rendere serena e felice me, può non essere così per un’altra.

Essere genitori è un pò esercitarsi a fare l’equilibrista: tra se stesso e la famiglia. È conoscersi bene e fare scelte consapevoli. Essere genitori è essere coscienti che la perfezione non esiste.

Io, tu e le tante mamme dobbiamo ricordare sempre che siamo perfette così come siamo per i nostri figli. Lo dicono in tanti, lo dicono spesso… eppure non sempre ce ne ricordiamo.

Detto questo mi piacerebbe conoscere cosa ti mette più “in crisi”. Aiutami ad allungare la lista 😉

Foto: Unsplash

Share:
Previous Post Next Post

You may also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.