Follow:
Io Donna

Salmone in crosta

Salmone in crosta

In questo venerdì vi lascio un’idea culinaria: il salmone in crosta. Il salmone è un pesce che mi piace in qualsiasi modo viene fatto. Affumicato, crudo, cotto, fresco o in scatola… lo adoro.

Questa mia passione in campo gastronomico la condivide anche Topolina infatti nelle vacanze natalizie ce ne siamo fatte una scorpacciata – assieme agli spaghetti alle vongole. Quando mio cugino ci porta quello dalla Finlandia siamo le donne più felici del mondo.

Salmone in crosta: la ricetta

Oggi, però, vi propongo una ricettina che mi ha passato la mia amica. Come sempre vige la regola del “facile e veloce” ma questo lo sapete già. Pochi elementi semplici e gustosi.

Ingredienti

  • 8 tranci di salmone fresco;
  • un rotolo di pasta per pizza rettangolare
  • 2/3 porri
  • olio evo
  • senape
  • sale e pepe
  • formaggio grana grattugiato
  • semi di papavero

Preparazione

Per prima cosa lavare e mondare i porri e lasciarli rosolare in padella con un filo di olio. Salare e pepare a piacere. Stendere la pasta di pizza sulla teglia del forno, lasciando alla base la carta da forno, e spalmare la senape.

Dopodiché mettere i porri, precedentemente rosolati in padella, adagiare sopra i tranci di salmone e, infine, il grana grattugiato.

Chiudere la pasta di pizza, facendo in modo che i due lembi siano ben sigillati, e cospargete su i semi di papavero.

Cuocere per 20 minuti in forno preriscaldato a 200°.

Il salmone in crosta è pronto! Prima di tagliare le fettine aspettare giusto qualche minuto, il tempo che si intiepidisce.

Qualche variante

Si possono fare molte varianti, in base ai gusti personali. Potete sostituire i porri con le zucchine che possono essere messe a fiammifero da crude senza usare la senape. Oppure usare spinaci o bietole.

Si possono usare i semi di papavero al posto di quelli di sesamo. Infine per un risultato più croccante potete usare la pasta sfoglia anziché quella di pizza.

Amanti del salmone, a me! Fatemi sapere se lo avete già mangiato così e quali sono le vostre varianti.

Buon appetito!

Share:
Previous Post Next Post

You may also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.