Follow:
Browsing Tag:

aiuto

    Io mamma

    Il mondo fantastico delle fiabe e delle filastrocche

    Il mondo fantastico delle fiabe e delle filastrocche

    Ho scoperto tardi l’amore e la passione per la lettura ma poi non ho più smesso. Le mie bimbe, invece, hanno iniziato da quando erano nella mia pancia e adorano il mondo fantastico delle fiabe e delle filastrocche.

    Abbiamo iniziato con i libricini quelli morbidi, coloratissimi poi a quelli da bagnetto per poi passare a quelli tattili, con le finestrelle, i pop-up fino ad arrivare – con Topolina soprattutto – a leggere il vero e proprio libro.

    All’inizio erano più filastrocche, magari anche canticchiate. Le rime da imparare, poi le fiabe, le favole e infine racconti di tutti i tipi. È stato un crescendo anche con i libri. Con il papà si divertono ad inventare loro delle storie.

    Il mondo fantastico delle fiabe e delle filastrocche

    Le favole, le filastrocche e in genere le storie hanno per i bambini un fascino particolare. Ascoltandole e ripetendole, il piccolo viaggia con l’immaginazione, si immedesima nei personaggi e amplia il suo vocabolario migliorando la sia capacità di esprimersi.

    Farsi leggere un racconto da mamma o papà, gratifica e rassicura il bambino. La trovo un’occasione di intimità da sfruttare con i propri figli e la migliore “terapia” per poterli comprendere meglio e aiutarli.

    Fiabe, favole o filastrocche?

    Non sapevo che c’è una differenza tra fiaba e favola, ho trovato questa spiegazione in uno dei tanti libri-guida letti per educare al meglio le mie bimbe.

    Le favole sono racconti di pura fantasia ma hanno un’importante missione: trasmettere un insegnamento educativo. Le fiabe, invece, pur narrando di personaggi immaginari, di mondi dove tutto è possibile non sempre ha evidenti norme morali.

    In entrambi i casi i bambini imparano come certi comportamenti siano migliori di altri.

    Le filastrocche sono quasi magiche, secondo me. I bimbi, soprattutto i più piccoli, si incantano ad ascoltarle, vengono come rapiti da quella buffa sequenza di parole. Guai a cambiare l’ordine, però! 😉

    A divertire il bambino è proprio il ritmo che viene scandito dalla filastrocca. La combinazione bizzarra delle lettere, gli accostamenti delle parole per loro sono divertenti e quando iniziano a parlottare sono uno stimolo per poter pronunciare le rime.

    Questa qui sotto è la filastrocca che hanno imparato per prima Topolina, e in seguito Pallina, ed è stata per un periodo un vero e proprio tormentone.

    Piove piove la gatta non si muove

    si accende la candela, si dice buonasera.

    Piove piove la gatta non si muove,

    si accende il lumicino si dice buon mattino

    Il mondo fantastico delle fiabe e delle filastrocche: il suo potere

    Come dicevo prima, con il passare degli anni ho trovato nei libri il mio più grande alleato. Con un racconto spesso riesco a comprendere meglio i sentimenti di Topolina (5 anni) e, soprattutto, riesco ad aiutarla ad allontanare qualche paura o rispondere a qualche suo dubbio.

    I bambini immedesimandosi nei personaggi attraversano nella fiaba la situazione che li spaventa, o crea disagio, per poi rasserenarsi grazie al lieto fine. Tutto con il supporto di mamma o papà che racconta e sono pronti a rassicurare.

    Le storie parlano al bambino dei problemi che affronta quotidianamente: l’abbandono, la paura, la disobbedienza. Non a caso, possiamo notare, che nostro figlio ami particolarmente un certo racconto in un determinato periodo e vogliano sentite solo quella.

    Ascoltano la stessa fiaba centinaia di volte, non si stancano mai di sentirsela raccontare perché in quel momento è la “loro fiaba“, è quella che parla del problema che al momento li riguarda.

    I nostri piccoli non hanno ancora modo di razionalizzare, quindi il potere più grande delle storie è proprio quello di offrire al bimbo – grazie all’immaginazione – nuove dimensioni. E, cosa ancora più importante, attraverso la fantasia può sognare e dare un senso alla sua vita.

    Anche voi avete riscontrato questo grande potere nel mondo fantastico delle fiabe e delle filastrocche?

    Share: