Follow:
Browsing Tag:

matrimonio

    Io Donna

    La misura dell’amore de Il Matricomio

    La misura dell’amore de Il Matricomio

    Ieri sera ho finito di leggere il libro “La misura dell’amore” de Il Matricomio. Vado un po’ a rilento con i libri ma sono già soddisfatta di aver ricominciato.

    Seguo da un bel po’ la simpatica coppia che forma Il Matricomio: Jack e Vale. I video che creano li trovo molto reali, vicini alla mia realtà e gli spezzoni di vita che ci fanno vedere attraverso le stories di Instagram fanno divertire ma anche riflettere.

    Quando è uscito il loro libro, quindi, sapevo già di acquistarlo. Alterno sempre una lettura più “pesante” ad una più “leggera”. Ho avuto la fortuna di incontrarli, una data della presentazione era proprio vicino casa. Quando ho la possibilità di incrociare un personaggio che seguo sui social, ho sempre paura di restare delusa, di conoscere qualcosa di diverso…con loro non è stato così.

    La misura dell’amore de Il Matricomio

    Le strade di Jack e Vale si incrociano per la prima volta negli anni ‘80, davanti al cancello di una scuola elementare di Napoli. Lui ha 8 anni e lei 3. Ma quando una ventina di anni dopo il destino li fa incontrare di nuovo, è colpo di fulmine.

    Nonostante lui si stia per trasferire in un’altra città, l’amore è più forte e chiede a Vale di sposarlo. E lei, incredibilmente, accetta. Da qui inizia la vera avventura, un percorso di sopravvivenza.

    Partendo dalla loro esperienza sul campo, Jack e Vale ci accompagnano in questo libro nelle numerose tappe della vita a due. E poi ancora il mix di parenti e amici, la programmazione delle vacanze, le uscite serali, ma anche le sere in casa. Tutto rigorosamente raccontato con il loro stile.

    Vivere insieme deve essere una crescita per entrambi. Deve arricchirvi, non impoverirvi. E per fare in modo che questo accada ci dovete lavorare – lo abbiamo detto più volte – vi dovete sforzare di annaffiare il vostro rapporto, di farlo crescere sano, nel rispetto reciproco, nel gioco, nella complicità.


    Il libro mi è piaciuto perché l’ho trovato divertente e a tratti utile. Ad ogni capitolo mi sono immedesimata, ridevo di gusto perché mi rivedevo in tutti i racconti.

    Molto carina anche l’idea di trovare, alla fine di ogni capitolo, dei “consigli” sia da parte di Vale che di Jack. Una prospettiva giustamente diversa ma che non perde mai di vista il rispetto reciproco e l’ironia.

    A me è piaciuto! Voi lo avete letto?

    L’amore non basta, è solo il punto di partenza.
    Siate complici, questo è il vero segreto.

    Share: