Follow:
Browsing Tag:

propositi

    Io Donna

    La mia parola dell’anno 2020

    La mia parola dell’anno 2020

    Siamo entrati nel nuovo anno da pochissimo, c’è ancora quell’euforia nell’aria, quella sensazione che tutto può cambiare. Oggi vi parlo di come ho scelto la mia parola dell’anno 2020.

    Per la chiusura del 2019 non ho fatto nessun bilancio, ve lo dicevo dandovi i miei auguri. Oggi non ho una lista di buoni propositi o un elenco di obiettivi da raggiungere.

    La mia parola dell’anno 2020

    L’usanza di scegliere una parola ispiratrice per il nuovo anno mi piace molto. Avere un filo conduttore che lega le mie giornate molte volte disordinate e allo sbaraglio non mi dispiace.

    È il quarto anno che scelgo su cosa focalizzare i miei 365 giorni: il 2017 è stato incentrato sulla volontà, poi è stato il turno della leggerezza e l’anno scorso ho puntato sulla concretezza.

    La parola che scelgo mi aiuta a visualizzare meglio ciò che voglio, su cosa voglio concentrare le mie energie e il poco tempo che ho a disposizione. Mi serve, quando ne ho bisogno, per fare il punto della situazione (personale ma anche lavorativa).

    La mia parola dell’anno: come la scelgo

    Le prime volte che ho iniziato a fare questa cosa, questo esercizio, mi ritrovavo sempre con tante parole nella mia mente. Troppe. Tutte importanti per me.

    Il mio vissuto mi viene in aiuto. L’insieme di lettere che scelgo sono, solitamente, ciò di cui ho avuto più bisogno nell’anno appena trascorso. L’emozione che mi ha colpita di più. Quello che mi è mancato. La sensazione o la situazione che mi ha fatto stare male.

    È una parola che ritorna più volte nella mia vita lavorativa e personale. È un mezzo che può aiutarmi a raggiungere qualche obiettivo. È un “mood” che può farmi stare bene.

    Per il 2020

    Per quest’anno ho scelto due piccole lettere, due vocali che insieme formano una parola di vitale importanza.

    IO

    Inizia un nuovo anno, un nuovo decennio, si rispolverano i sogni nei cassetti, si alimenta il fuoco della speranza ma è troppo facile scaricare la responsabilità di un bel cambiamento su dei semplici giorni.

    L’anno in sé che può fare?! I giorni passano a prescindere. Il grande, immenso, obbligo di fare del 2020 un anno strepitoso è solo – ed esclusivamente – mio! Vostro per il vostro.

    Io, e solo io, sono l’artefice delle mie giornate. Le mie idee sono mie creature e le energie che voglio impegare per raggiungere i miei obiettivi sono le mie. Le scelte e le decisioni che prendo sono mie.

    Non posso “sperare nell’anno nuovo” per essere felice, non posso dare la colpa al destino o a Dio o a chi per esso se non lo sono pienamente. Sembra tutto molto scontato. Vi giuro che non lo è. Per me non lo è affatto.

    Ci sono eventi, situazioni, imprevisti che non dipendono da me… è vero anche questo. Ma sta a me scegliere come affrontarli, quanto tempo impiegare per rialzarmi, come andare avanti.

    IO! “Io” è la parola che mi guiderà per l’inizio di un nuovo decennio e sento già che sarà qualcosa di fantastico. Me stessa sarà ancora più al centro di questi 365 giorni a venire, senza nulla togliere alle persone che amo, alla mia famiglia.

    “Io” nella leggerezza e nella concretezza che ho fatto mie negli anni scorsi. “Io” con la mia forza di volontà, assopita ma mai persa. “Io” con i miei pregi e i miei difetti, con i miei punti di forza e i miei limiti.

    É davvero bello e gratificante puntare tutto su di me. Dà un senso di libertà enorme.

    Vi auguro ogni bene e aspetto di sapere se avete anche voi una parola che vi accompagnerà per il 2020.

    Share:
  • Io Donna

    Basta un attimo

    Basta un attimo

    Una giovane donna, una giovanissima mamma, 24 anni, una vita stroncata da un’emorragia cerebrale. Basta un attimo. Una compagna sorridente…