Follow:
Io mamma

Togliere il ciuccio a due anni

“Ciao, sono la monella e sono 27 giorni e 13 ore che non prendo più il ciuccio.

Ho aspettato quasi un mese prima di cantare vittoria, ma ora posso dire che siamo fuori dal tunnel… abbiamo affrontato e superato anche la fase del “togliere il ciuccio”. Non era previsto questo nuovo cambiamento, considerato che la piccola aveva digerito da poco l’inserimento al nido, ma per una casualità ci siamo trovati a scegliere se cogliere l’attimo o no. Premetto che lei non lo ha mai usato moltissimo, lo chiedeva per dormire o quando era particolarmente stanca/scocciata/dolorante; ma da quando era stata influenzata aveva preso una fissa e a me non piaceva proprio questa cosa.

togliere-il-ciuccio-a-due-anni

Vi racconto com’è andata:

stavamo rientrando a casa in auto, lei aveva il ciuccio in bocca (come sempre quando si metteva in macchina) e all’improvviso gli è caduto. Una volta parcheggiato ho cercato il benedetto ciucciotto ovunque ma niente, non l’ho trovato. Dopo cena è sceso mio marito a controllare senza nessun esito. La piccola monella, intanto, lo ha chiesto però ricordava di averlo perso “nella macchina di mamma”.

Ora le possibilità erano due: prendere la palla al balzo e provare a togliere il ciuccio oppure darle uno nuovo che, naturalmente, avevo. Scelsi, con il parere non troppo favorevole del papà, la prima opzione. Quella sera a letto lo ha chiesto una volta sola e poi si è addormentata senza nessuna crisi di pianto o altro; la mattina si è svegliata alle sei e non è riuscita a riprendere sonno non sentendo più la stanchezza e non avendo l’effetto suzione.

I primissimi giorni

Durante la mattinata lo ha richiesto ed io le ho detto che se non lo avevamo trovato significava che l’aveva preso la fatina del ciuccio e lei esplode in un sonoro “nooooo”; allora le ho spiegato che se lo aveva preso lei avrebbe sicuramente lasciato un regalino. Rincuorata! Ho chiamato mio marito e gli ho chiesto di tornare a casa con un pensierino per la piccola peste. A pranzo il papino rientra con un fantastico ombrellino di hello kitty per la grande gioia della figlia che ne voleva uno tutto suo già da qualche giorno; per tutto il giorno, sera compresa, non chiede più del ciuccio.

Il giorno dopo ancora, non lo chiede; la sera nel letto ne vuole parlare, mi chiede se anche la cuginetta va a ninna senza ciuccio ed io le rispondo di si (una piccola bugia bianca), le dico che ormai sono grandi e non ce n’è più bisogno; allora lei mi dice che però i piccolini a scuola ce l’hanno ed io cerco di spiegarle che incontrerà sempre bimbi col ciuccio ma che lei, ormai, è diventata una bimba grande e brava e che per questo non lo prende più. Si addormenta.

togliere-il-ciuccio-regalo

la monella e il regalo della fatina del ciuccio

I giorni successivi

Naturalmente, anche il ciuccio sul suo lettino a scuola è “scomparso” ma lei lì non ha battuto ciglio. Resta tranquilla per un po’ di giorni, poi inizia qualche capriccio. Non ha più chiesto spudoratamente il ciuccio ma si capisce benissimo che i suoi capricci e il suo nervosismo sono dovuti a quello. Quindi solo tanta pazienza e tante coccole e si va avanti. Col passare del tempo è andata sempre meglio.

Cos’è cambiato

Al di là di qualche giorno particolarmente sul nervoso, i cambiamenti che ho notato sono principalmente due.  Il primo è che il pomeriggio dopo il riposino (o a volte la sera), ma solo se stiamo a casa, chiede il “lattuccio caldo” come se vuole rilassarsi quei cinque minuti ciucciando la bottiglina di latte. La seconda novità, meno piacevole, è che cerca di mettere le mani in bocca, anche perchè sta mettendo i molari 🙁 ; quindi io sto continuamente a dire di “togliere le mani da bocca”.

In conclusione

Mi ritengo fortunata per come la mia cucciola ha affrontato questo nuovo step. Io, e soprattutto mio marito, temevamo scene di isterismo, crisi da “astinenza”, notti in bianco, e invece…come sempre i bambini sanno stupirci e sanno accogliere le novità molto meglio di noi.

Qual’è stata la vostra esperienza nel togliere il ciuccio ai vostri cuccioli?

Share:
Previous Post Next Post

You may also like

5 Comments

  • Reply dadueatre

    Io ho provato a farle prendere il ciuccio per tre mesi, ma nada!! Mai voluto, mai usato… non ha usato nemmeno il dito, e quando al nido quasi tutti lo avevano mi chiedeva perché lei invece no… non so se ci proverò con il secondo!

    5 Dicembre 2016 at 18:03
    • Reply Piccole Mamme Crescono

      Io ho “insistito” col ciuccio proprio per timore del dito…pensavo “poi come la faccio smettere che è sempre lì a portata di mano?”
      Però anche io sono indecisa per la seconda…vorrei provare a non darle niente!
      Grazie per la tua testimonianza 😊

      6 Dicembre 2016 at 9:56
  • Reply Michela Lazzaroni labellatartaruga.it

    Anche noi abbiamo colto la palla al balzo, non aveva ancora compiuto due anni… Non l’ha mai cercato e non ha mai pianto! E io che mi preoccupavo su come avrei fatto a toglierlo! 😊

    6 Dicembre 2016 at 8:08
    • Reply Piccole Mamme Crescono

      Ahahah! Si, alla fine siamo più noi genitori ad essere terrorizzati da questi grandi cambiamenti che loro!
      Anche se ho io ho assistito a scene di puro isterismo per mancanza del ciuccio 😱

      6 Dicembre 2016 at 9:57
  • Reply Un altro anno se ne va: ecco il mio 2016 – Piccole Mamme Crescono

    […] che ha affrontato molto bene all’inizio ma che ha scatenato anche qualcosa di nuovo in lei. Togliere il ciuccio: una scelta presa al volo, accolta con più timore da noi genitori che dalla piccola. Ascoltare le […]

    31 Dicembre 2016 at 8:04
  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.